Martedì 28 luglio alle 19.30 On the Widepeak presentazione libro di Anna Gianesini intervengono Angelo Tanese e Stefano Gallerani – letture di Carlotta Piraino

Martedì 28 luglio

alle 19.30

ON THE WIDEPEAK

Le mie cellule impazzite, la mia vita e il mondo

presentazione libro di Anna Gianesini

intervengono Angelo Tanese e Stefano Gallerani – letture di Carlotta Piraino

on the widepeak a 100 libri in giardinoanna gianesini

ON THE WIDEPEAK NATO COME BLOG APERTO DALL’AUTRICE UN ANNO E MEZZO DOPO LA SCOPERTA DI AVERE UN TUMORE AL SENO, DA SUBITO SEGUITISSIMO, DIVENTA OGGI UN LIBRO IRONICO E COMMOVENTE, ARRABBIATO E MAI RASSEGNATO, SINCERO PRIMA DI TUTTO.

UNO STRUMENTO UTILE E PREZIOSO PER CHI CON LA MALATTIA HA A CHE FARE, ANCHE PROFESSIONALMENTE, TUTTI I GIORNI.

«Ho 40 anni e due bambine, un compagno luminoso, una vita bella e disordinata e, da 5 anni, anche un po’ di cellule impazzite che, nonostante tutto, non riesco a non amare».

Si presenta così Anna nel suo blog, On the Widepeak, aperto dopo la scoperta di un tumore maligno che lasciava sin dall’inizio ben poche speranze e la obbligava a un duro e ininterrotto percorso di cure. Ma, a dispetto di tutto, nei quasi 400 post– divenuti da subito punto di riferimento per molti– non è di morte che si parla, ma divita.

Per oltre quattro anni, Anna/Wide ha raccontato la sua esperienza con il cancro, non in modo autoconsolatorio, ma affrontando ogni giorno questa nuova condizione con grande consapevolezza, ironia e fiducia nel presente.

On the Widepeak non è solo la storia di una donna straordinaria – e con un brillante talento da scrittrice – ma anche uno sguardo lucido, penetrante e appassionato sulmondo,che può aiutare chi legge a far luce sul senso del nostro “esserci”, scoprendo che la vita, anche quando si fa tragica e amara, non va vissuta come una guerra contro gli altri e contro se stessi, ma come un viaggio in cui imparare a riconoscere e a chiamare per nome perfino l’abisso delle paure più indicibili.

Anna Gianesini, nata nel 1973, dopo gli studi in Lingue e letterature straniere ha lavorato all’organizzazione di importanti eventi culturali quali ilFestival diFotografia di Roma.

Sposata e madre di due bambine, è morta per un cancro il 20 novembre 2013, al termine di sei anni di terapie.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...